Non detto

1 dicembre 2014

Quante sono le persone connesse a Internet nel mondo?

Quante sono le persone connesse a Internet nel mondo?

Osservando i dati forniti dall’ITU (International Telecommunication Union), l’agenzia delle Nazioni Unite che dal 1947 si occupa di definire gli standard nelle telecomunicazioni e nell’uso delle onde radio, entro la fine del 2014 su scala globale saranno 3 miliardi gli utenti connessi a Internet, due terzi dei quali provenienti dai paesi in via di sviluppo. Il continente con la maggiore penetrazione sarà l’Europa che raggiungerà il 75% di cittadini connessi a Internet. Tuttavia, complessivamente, il maggior numero di utenti popolerà l’area Asiatica e del Pacifico dove si registreranno il 45% delle utenze totali di tutto il mondo. Il Vecchio Continente rappresenterà il 25% della popolazione connessa, le Americhe il 17%, mentre l’Africa meno dello 0,5%.

Per quanto riguarda l’accesso da dispositivi mobili (smartphone e tablet) gli utenti raggiungeranno i 2,3 miliardi (77% degli utenti connessi a Internet) e tale dato è destinato a crescere fino a 7 miliardi nel 2024. In particolare i livelli di diffusione della banda larga mobile sono più alti in Europa (64%) e nelle Americhe (59%), seguiti dagli Stati post-sovietici (49%), gli Stati arabi (25%), Asia-Pacifico (23%) e l’Africa (19%) .

Nei mercati emergenti abita il 90% di chi non è connesso in Rete, ma Internet avanza velocemente anche laddove è presente il Digital divide (divario digitale). Dinnanzi a un quadro del genere non sorprendono le strategie dei colossi del Web, e non solo, che mirano a portare Internet e i relativi servizi nei paesi in via di sviluppo con diversi progetti tra i quali:

  • Internet.org, una partnership globale tra i principali attori del mondo delle tecnologie della comunicazione (Ericsson, Facebook, Mediatek, Nokia, Opera, Qualcomm e Samsung) che si pone l’obiettivo di rendere Internet accessibile ai due terzi della popolazione mondiale ancora non connessa. Attualmente l’accesso all’app internet.org è già disponibile in Zambia per il sistema operativo Android (ed all’interno dell’app mobile Facebook) e i servizi offerti sono gratuiti sotto copertura dell’operatore Airtel;
  • Project Loon, il progetto sperimentale di Google che mira a portare connettività attraverso palloni aerostatici che forniranno l’accesso a Internet ai territori sottostanti. Il progetto pilota è iniziato in Nuova Zelanda e probabilmente dal 2015 le mongolfiere di Google sorvoleranno altri cieli. Intanto il colosso di Mountain View ha acquisito Titan Aerospace, una startup del New Mexico che produce droni solari che serviranno a Google per implementare il progetto Loon considerando che tali dispositivi sono in grado di volare ininterrottamente per 5 anni senza rilasciare alcuna emissione;
  • Outernet, una startup tecnologica incubata da Media Development Investment Fund che dal 1995 sostiene la libertà di espressione e di accesso alle informazioni, offrendo finanziamenti per società di media indipendenti in tutto il mondo. Attraverso la guida di MDIF Outernet mira alla costruzione di un servizio di informazione globale attraverso l’utilizzo di appositi satelliti in grado di diffondere la connettività in tutto il mondo, rendendo Internet accessibile a tutti e bypassando la censura dei singoli governi.

Tali progetti vanno nella direzione della risoluzione A/HCR/20/L.13 delle Nazioni Unite che riconosce l’accesso a Internet come un diritto fondamentale dell’uomo. Nello specifico, in tale risoluzione, il Consiglio afferma che «gli stessi diritti che le persone hanno offline devono essere protetti anche online, in particolare la libertà di espressione; invita tutti gli Stati a promuovere e facilitare l’accesso a Internet e decide di continuare la sua considerazione di come Internet può essere uno strumento importante per lo sviluppo e per l’esercizio dei diritti umani» (OHCHR 2012).


-- Stampa PDF --


0 likes Media , Politica , Web Analytics # , ,
Share: / / /

One thought on “Quante sono le persone connesse a Internet nel mondo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter